In evidenza
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z Tutti
VINCITORI CONCORSO "I GIOVANI RICORDANO LA SHOAH"

Bando e tracce 2019-2020

È uscito il bando di cancorso della XVIII edizione del concorso "I giovani ricordano la Shoah". A seguito le tracce per i diversi ordini e gradi:

- Alle classi del primo ciclo di istruzione – scuola primaria – è proposta la seguente traccia:
Le pietre di inciampo sono piccole installazioni commemorative in ottone deposte davanti ai portoni delle abitazioni delle vittime del nazifascismo (ebrei e non).
Di loro ci raccontano solo il nome, la data di nascita, quella dell’arresto e della morte. Documentatevi sul significato delle pietre di inciampo e sulla loro presenza o meno nella vostra città o paese. Ricostruite le vicende di persone, famiglie o palazzi interi a cui le pietre fanno riferimento. Se potete cercate altre storie che non hanno ancora una loro pietra di inciampo e rendetele note attraverso le modalità espressive che preferite.

-Alle classi del primo ciclo di istruzione superiore – scuola secondaria di I grado – è proposta la seguente traccia:
Negli anni trenta e quaranta del secolo scorso in Germania, in Italia e in altri paesi, anche il mondo dello sport fu coinvolto e sconvolto dal razzismo e dall’antisemitismo. Documentatevi sulla storia di quegli anni e discutetene con i vostri compagni.
Anche oggi, purtroppo, assistiamo a manifestazioni sportive profanate da atteggiamenti razzisti e antisemiti. Lo studio e la consapevolezza di quanto avvenuto nel passato ci inducono a riflettere sulla pericolosità di tali atteggiamenti. Esprimete le vostre riflessioni nelle modalità a voi più congeniali.

- Alle classi del secondo ciclo di istruzione superiore – scuola secondaria e II grado – è proposta la seguente traccia:
Durante la Seconda Guerra Mondiale, anche le arti furono calpestate al pari degli esseri umani. Per alcuni degli oppressi della Shoah, tuttavia, esse rappresentarono un’ancora di salvezza, malgrado fossero talvolta un buon pretesto per gli oppressori, come avvenne soprattutto a Terezin.
Dopo la Liberazione sono risorte e rifiorite con nuovo fulgore per merito di coloro che hanno voluto ricordare e tramandare la conoscenza delle atrocità commesse. Riflettete su quanto avvenuto nella nostra Europa per effetto della Shoah e, documentandovi, ricercate e raccontate esempi emblematici nel mondo dell’arte, con le modalità espressive che vi sono più congeniali.

Per maggiori informazioni sulle modalità di partecipazione scaricare il bando

Partecipa al concorso


 

Nell’ambito delle iniziative che saranno realizzate nel nostro Paese in occasione del “Giorno della Memoria”, fissato per il 27 gennaio di ogni anno, questo Ministero, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e in collaborazione con l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, bandisce per l’anno scolastico 2022/2023 la XXI edizione del concorso scolastico nazionale “I giovani ricordano la Shoah”, rivolto a tutti gli allievi del primo e secondo ciclo di istruzione, al fine di promuovere studi e approfondimenti sulla storia e sulla Memoria del tragico evento che ha segnato l'Europea del Novecento.

Le tracce proposte sono le seguenti:

Scuole Primarie

Tra i brani proposti o altri di cui siate venuti a conoscenza leggete in classe testimonianze o memorie scritte e video-registrate di cittadini che furono oggetto di esclusione dalle scuole, di discriminazioni razziali, persecuzioni antiebraiche, di deportazione o che furono coraggiosamente salvati da concittadini.
Partendo da questo percorso, collocate queste storie nel periodo storico di riferimento e in seguito esprimete, in maniera libera, con i mezzi e gli strumenti che preferite, le riflessioni, le sensazioni e le suggestioni che vi hanno trasmesso e lasciato.

Scuole Secondarie di Primo e Secondo Grado

Individuando storie di discriminazioni razziali, persecuzioni antiebraiche e di deportazione, si esaminino attentamente testimonianze di memorie scritte e video-registrate di sopravvissuti. Dopo averle inserite nel contesto storico di riferimento, a partire da questo percorso di studio e approfondimento, si restituiscano, in maniera libera, le proprie riflessioni su quanto letto e visionato, scegliendo eventualmente di confrontare le diverse esperienze di racconto o di soffermarsi su una particolare storia o un particolare aspetto.


Gli elaborati possono articolarsi in: ricerche, saggi, articoli di giornale, rappresentazioni teatrali, opere di pittura/scultura, attività musicali, cortometraggi, spot, campagne pubblicitarie, ecc., utilizzando più forme e canali espressivi, comprese le tecnologie informatiche a disposizione (simulazioni di blog, siti web, profili sui social network…).

Scarica qui il bando completo della XXI edizione del concorso.

Link con consigli utili utili al reperimento di materiale e documentazione